Per chi fosse interessato all’acquisto degli atti del convegno Capitalismo finanziario globale e democrazia in Europa a cura della Fondazione Cercare Ancora, può acquistarlo subito (la diffusione nelle librerie avverrà invece tra due mesi) inviando un bonifico di 23 euro (20 il costo del libro, 3 per la spedizione), specificando la casuale e naturalmente il proprio indirizzo, ai seguenti recapiti:

FONDAZIONE CERCARE ANCORA
BANCO DI NAPOLI
VIA DEL PARLAMENTO 2
00186 – ROMA
IBAN: IT49D0101003201100000013659

Il volume che raccoglie relazioni e contributi di due specifiche giornate di studio, indaga il rapporto che si sta costituendo tra il capitalismo finanziario globale e la democrazia in Europa, agendo in un campo di ricerca che si può definire sia in negativo che in positivo.
In negativo: esso si colloca fuori e contro la lettura del rapporto tra democrazia, economia e società alimentata dall’ideologia dominante, che ha potuto proporre una scissione tra i diritti individuali, considerati formalmente come inalienabili, e i diritti sociali che, invece, dovrebbero farsi dipendenti dall’andamento dell’economia della concorrenza e della competitività. Da qui, la predisposizione ad un assetto post-democratico
e al ritorno al primato delle élites in nome della governabilità. Si potrebbe parlare di una costituzionalizzazione
del neo-liberismo.
In positivo: la ricerca intende disvelare il rapporto distruttivo tra la natura specifica di questo capitalismo finanziario
e la democrazia, non negando l’esistenza di una relazione tra la democrazia, i diritti e l’economia, bensì contestando in radice il carattere storicamente necessitato del dominio di questo tipo di economia sui diritti e la democrazia e mettendo in luce la sua possibile reversibilità.
Si intende così riprendere il lascito più consistente del pensiero politico che ha ispirato le Costituzioni democratiche nate in Europa e dei padri costituenti italiani, nei quali è stata esplicita l’esigenza di superare l’orizzonte delle pur grandi Costituzioni liberali per approdare a una concezione programmatica che delineasse un’idea di società aperta ma ispirata all’eguaglianza, affidandone il perseguimento alla stessa Repubblica.
Contributi, fra gli altri, di: James Kenneth Galbraigth, Heinz Bierbaum, Étienne Balibar, Marco Revelli, Silvano Andriani, Fausto Bertinotti, Aldo Bonomi, Enrico Cisnetto, Giorgio La Malfa, Giacomo Marramao, Laura Pennacchi.
La Fondazione Cercare Ancora, presieduta da Fausto Bertinotti, è un centro di studi economici, sociali e politici.

 

Comments are closed.